LA DOPPIA FACCIA DELL'AUSTRALIA. Parte 3

Mi chiamo Deran e stanotte ho dormito su un gradino. Sono arrivato in Australia quando avevo 15 anni. Su una nave. Dal Kuwait il viaggio è lungo, ma non fu la durata a spaventarmi: eravamo in mezzo all’oceano, al mare, quello vero, quando la nave su cui viaggiavamo si è rotta. È affondata, un centimetro alla volta, e con lei tutti noi. 250 persone amalgamate in un vortice di onde. 114 non ci sono più. 114 anime uccise da false speranze. Distrutte nell’attesa dei soccorsi. Ho